Origini & Tradizione

Origini & Tradizione

Nel 1979 Carlo Cimino pose la prima pietra per la costruzione dell’Oleificio San Carlo, ma la storia di quella che sarebbe poi diventata una vera e propria azienda ebbe inizio qualche decennio prima, quando i genitori di Carlo ebbero la fortunata intuizione di investire nell’acquisto di un appezzamento di terreno ricco di ulivi in una zona collinare, nella campagna di Marcellinara.

Quella scelta fu il frutto di un connubio di necessità, sofferenze e speranze: la necessità di dar da mangiare ai propri figli, la sofferenza di abbandonare il loro piccolo paese d’origine nella montagna catanzarese e la speranza di un futuro migliore.

Gli ulivi calabresi, a Marcellinara, nel più stretto lembo di terra della Calabria, tra il Mar Ionio e il Mar Tirreno, dal clima mite impreziosito da correnti tipicamente mediterranee, rappresentavano un’autentica risorsa, cui però bisognava saper attingere con duro lavoro e grande passione.

E quegli ulivi secolari, quasi in segno di gratitudine per le attenzioni che gli venivano riservate, nel giro di poco tempo iniziarono a dare i loro frutti, la raccolta e la vendita delle olive furono via via sempre più incoraggianti e il patrimonio della famiglia Cimino iniziò quindi a crescere.

Fu nel 1979 che, oltre alla coltivazione degli uliveti, Carlo Cimino avviò la produzione di olio nel suo piccolo frantoio tradizionale, segnando una svolta significativa nella storia della sua famiglia.

Un lungo cammino che arriva ai giorni nostri fino ad Antonio e Giuliana i quali, insieme al loro padre, impegnano tutta la passione possibile nell’attività di famiglia.

La famiglia Cimino ha colto fino in fondo l’importanza della produzione di olio extravergine di oliva italiano di elevata qualità e per decenni ne ha fatto una delle sue attività principali, all’insegna di valori importanti come sacrificio, amore per la propria terra e ricerca continua di miglioramento del prodotto. Il rapporto perfetto tra tradizione e innovazione, oggi alla base di questa piccola eccellenza italiana, risulta fondamentale per la produzione di un olio extra vergine di oliva italiana dalle caratteristiche sensoriali e qualitative straordinarie.

Nel 1979 Carlo Cimino pose la prima pietra per la costruzione dell’Oleificio San Carlo, ma la storia di quella che sarebbe poi diventata una vera e propria azienda ebbe inizio qualche decennio prima, quando i genitori di Carlo ebbero la fortunata intuizione di investire nell’acquisto di un appezzamento di terreno ricco di ulivi in una zona collinare, nella campagna di Marcellinara.

Quella scelta fu il frutto di un connubio di necessità, sofferenze e speranze: la necessità di dar da mangiare ai propri figli, la sofferenza di abbandonare il loro piccolo paese d’origine nella montagna catanzarese e la speranza di un futuro migliore.

Gli ulivi di Marcellinara, nel più stretto lembo di terra della Calabria, tra il Mar Ionio e il Mar Tirreno, dal clima mite impreziosito da correnti tipicamente mediterranee, rappresentavano un’autentica risorsa, cui però bisognava saper attingere con duro lavoro e grande passione. 

E quegli ulivi, quasi in segno di gratitudine per le attenzioni che gli venivano riservate, nel giro di poco tempo iniziarono a dare i loro frutti, la raccolta e la vendita delle olive furono via via sempre più incoraggianti e il patrimonio della famiglia Cimino iniziò quindi a crescere.

Fu nel 1979 che, oltre alla coltivazione degli uliveti, Carlo Cimino avviò la produzione di olio nel suo piccolo frantoio, segnando una svolta significativa nella storia della sua famiglia.

Un lungo cammino che arriva ai giorni nostri fino ad Antonio e Giuliana i quali, insieme al loro padre, impegnano tutta la passione possibile nell’attività di famiglia.

La famiglia Cimino ha colto fino in fondo l’importanza della produzione di olio extravergine di oliva di elevata qualità e per decenni ne ha fatto una delle sue attività principali, all’insegna di valori importanti come sacrificio, amore per la propria terra e ricerca continua di miglioramento del prodotto. Il rapporto perfetto tra tradizione e innovazione, oggi alla base di questa piccola eccellenza italiana, risulta fondamentale per la produzione di un olio extra vergine di oliva dalle caratteristiche sensoriali e qualitative straordinarie.

“Tra i beni della terra
io seleziono,
olio,
la tua inesauribile pace,
la tua essenza verde,
il tuo ricolmo tesoro che discende
dalle sorgenti dell’ulivo”.

Pablo Neruda